Al fine di progettare percorsi informativi il più possibile efficaci e orientati alle reali esigenze informative del comparto forestale, sono stati erogati quattro focus group, nel periodo dicembre 2017 e marzo 2018.

La metodologia del “focus group”, è una tecnica qualitativa di rilevazione, diffusa soprattutto nei paesi anglosassoni, utilizzata nelle ricerche delle scienze umane e sociali, basata sulla discussione tra un piccolo gruppo di persone, invitate da uno o più moderatori a parlare e discutere dell’argomento oggetto dell’indagine, spesso con il supporto di strumenti di rappresentazione grafica o testuale (Morgan, 1988, Morgan e Krueger, 1993).

A tali incontri hanno partecipato 31 professionisti del comparto forestale tra cui componenti del Comitato tecnico del legno, tecnici forestali, istruttori, capi corso e dottori forestali.

I risultati

Dal confronto e dalle discussioni è emersa l’esigenza di individuare e integrare i processi di filiera, cercando anche di migliorare il coordinamento delle azioni formative e addestrative, sia per evitare il sovraccarico di offerte formative dedicate agli operatori, sia per ricomporre i ruoli professionali alla luce delle opportunità tecnologiche e di sistema.
Riguardo alle modalità di erogazione della formazione si delinea la compresenza di metodi diversi poco integrati tra di loro:

  • Attività addestrative che richiedono una forte componente pratica sul luogo di lavoro;
  • Formazione specialistica tecnica, solitamente erogata in presenza ma i cui materiali didattici vengono distribuiti anche in formato digitale su ELFo;
  • Formazione scientifica svolta on line o in modalità blended (presenza e online);
  • Formazione normativa e gestionale svolta on line (Informa Plus).

Per approfondire l’argomento basta visitare il sito della Regione Piemonte.